Home page Servizi Corsi Agopuntura Omeopatia Dietologia Blog Rilassamento Intolleranze Contatti
Difenditi dai mali di stagione con l'Agopuntura - 29/09/2011
Linea
Immagine notizia

Macerata 29/09/2011 - Sono già 60.000 mila gli italiani costretti a letto con sintomi quali: tosse, febbre, raffreddore, spossatezza a causa dei primi abbassamenti di temperatura che preannunciano l’arrivo dell’autunno. È il virologo Fabrizio Pregliasco, dell'università di Milano a renderlo noto in questi ultimi giorni di settembre.

Cosa fare allora? Nell’ambito delle medicine complementari l’Agopuntura può dare il suo robusto contributo ad aiutare l’organismo a difendersi al meglio dall’arrivo dei primi virus para-influenzali della stagione autunnale.

Per molti potrà sembrare cosa nuova, ma l’Agopuntura è una pratica antichissima della medicina tradizionale cinese e da migliaia di anni è impiegata anche con lo scopo di corroborare le difese immunitarie accelerando la velocità di recupero dell’organismo e riducendo l’entità dei sintomi.

Secondo il punto di vista proprio dell’Agopuntura, i disturbi di stagione tra cui raffreddori e influenze, sono considerati una sorta di “patogeni esterni” che il nostro corpo è in grado naturalmente di scacciare quando il suo Qi (pronuncia Ci) è forte. Mentre quando il Qi è debole ne è invaso con la manifestazione dei tipici sintomi: febbre, tosse, mal di gola, mal di testa, brividi e raffreddore.

Quindi scopo dell’Agopuntura è agire per rafforzare il Qi e far in modo che scorra liberamente nei canali energetici noti con il nome di meridiani che costituiscono una vera e propria rete viaria entro il quale Qi si muove come un’automobile su una rete autostradale.

I meridiani che in Agopuntura sono più trattati attraverso specifici punti di accesso per stimolare le difese immunitarie rafforzando il Qi, sono quelli collegati ad alcuni organi tra cui: il polmone, la milza, l’intestino crasso, la vescica urinaria.

In breve compito del medico esperto in Agopuntura è comprendere la natura del sintomo del paziente, ricondurlo a uno specifico squilibrio o deficit energetico del Qi e metterlo in relazione a uno o più dei meridiani collegati agli organi elencati sopra.

Ciò in definitiva si concretizza nella terapia di Agopuntura che andrà a stimolare periodicamente un set di punti con l’effetto ultimo di stimolare il Qi che ci renderà più forti e meno vulnerabili agli attacchi dei patogeni esterni.

Quindi da oggi prendi in considerazione anche l’Agopuntura per prepararti al meglio all’arrivo dei mali di stagione, ne ricaverai anche una piacevole sensazione di benessere e relax prodotti dalla liberazione di endorfine che l’Agopuntura promuove.

« Clicca qui per tornare alla pagina precedente

Modulo di ricerca
Cerca
Sezione blog
Cerca
Ultime notizie dai blog